Al buio piu' profondo della stanza
rinascono i fantasmi della nostra conoscenza
e mentre io torno stanco ad atterrare
esplodono sui muri falsi fuochi artificiali
ma resto come sospeso
fra i contorni chiari del tuo viso
e allora tu dalla fantasia
torni ad essere mia

mi sembra un film
dove il buio non vince mai
dove sono il protagonista, tu l'attrice, poi c'è lui

io mi vesto del mio stesso orgoglio
quando il corpo si fa bestemmia
e la pietosa notte copre i nostri volti come un velo
proiettandoli su un altro film
senza te

manca ancora un foglio al calendario
il giorno è una farfalla con un altro desiderio
rinasce e resta il tuo profilo nella stanza
e allora tu dalla fantasia
torni ad essere mia

mi sembra un film
dove il buio non vince mai
e un gabbiano dal volo assurdo
cerca il nido dentro noi
resto zitto nell'immenso io
quando il corpo si fa bestemmia
mentre il sole sbiadito illumina
la sorte sul mio velo
proiettando la sconfitta mia
lungo i margini stretti della via
la realta' alla fine vince sempre sulla fantasia.

Vídeo incorreto?