Senti ascolta questo grido,
sembra il pianto di un bambino,
ma è l'urlo di terrore dal macello
un ennesimo assassinio
Il vitello terrorizzato guarda
negli occhi e supplica il suo aguzzino

Che sei tu che non senti
Che sei tu che non vedi
Che sei tu che non pensi
a chi soffre e muore per te

Non sopporto l'ipocrisia
di chi le mani si è lavato,
di chi dice la colpa non è mia:
è un animale non è reato
Cerchi ragioni alla tua follia
Un olocausto mai condannato

E sei tu che non senti
E sei tu che non vedi
E sei tu che non pensi
a chi soffre e muore per te

Vídeo incorreto?