Felice di allevarmi quei serpenti in seno,
ci penso e ci ripenso a quei
serpenti dei pensieri miei,
mi tolgono il respiro e sputano veleno
mentre tu mi gridi dietro "allora,
quando te ne vai?"
Non me ne andrò,
non me ne andrò di tempo io ne ho,
tutto quello che verrà e passerà
mi schiaccerà
e si frantumerà negli specchi di fango su cui
c'è l'immagine spenta di noi,
poveri noi.
Ti penso e dentro al cuore sboccia un fiore nero,
l'immagine più allegra
dell'amore che mi hai dato tu,
e cadono le foglie giù dal mio pensiero,
coprendo le macerie di un amore che
non sta più su.
Non me ne andrò, non me ne andrò,
di tempo io ne ho,
tutto quello che vorrò non me ne andrò,
non me ne andrò
così lo sconterò il peccato che ha fatto di te
quel nemico strisciante che ormai ride di me.

Vídeo incorreto?